Meeting di Lega Piloti Parapendio 2016: Meduno (Evento 2)

Trovate le classifiche del Meeting di Lega Piloti Parapendio 2016 a Meduno nella sezione Classifiche del nostro sito.

Ebbene sì, siamo tornati a Meduno. La meteo abbastanza incerta a nostra disposizione il giovedì sera dava come zona più appetibile la pedemontana veneta, migliorando man mano che ci si spostava verso est. Gemona poteva risentire più facilmente di coperture estese e vento sostenuto, Aviano aveva in programma una tappa del Campionato Regioale Triveneto, per cui si è deciso di tornare dove comunque avremmo disputato facilmente due prove valide, in condizioni totalmente differenti dal primo appuntamento.

E così è stato. Questa volta la previsione è stata più azzeccata. abbiamo sole, caldo e basi alte già in mattinata. Il rischio di sovrasviluppi è bassa nella nostra zona, ma il vento sembra più sostenuto della previsione  per cui si decide per una prova di 70 Km, che dopo una parte iniziale nella zona ad est della conca di Meduno, porta i piloti fino ad Aviano e di ritorno, con un paio di passaggi fuori in pianura per rendere più interessante la prova.
La prima boa, nelle collinette quasi sul Tagliamento si rivela subito complicata più del previsto, ma fortunatamente ne escono tutti e si parte verso Aviano. Ci si divide tra il gruppo interno che tiene il costone e chi taglia fuori per riappoggiarsi solo dalle parti di Fanna. Quì la boa fuori in pianura farà un po’ di selezione ma specialmente il vento da Sud-Ovest molto tagliato e abbstanza intenso renderà complicato anche il costone di Aviano. Chi resiste e tocca la boa poi rientrerà abbastanza facilmente con il vento. Chiudono il percorso solo 8 piloti: primi a meta Alberto Vitale e Michele Boschi, praticamente insieme, seguiti da Federico Nevastro. A meta anche due piloti in classe Sport, primo un ottimo Marco Alessandrini.

tutorPer il secondo giorno la meteo aggiornata prevede venti più intensi sempre da Sud Sud-Ovest, e un moderato rischio di sovrasviluppi. Si cerca di anticipare i tempi per riuscire a dare una task veloce che preveda di stare fuori in pianura, dove si spera di evtitare l’accelerazione del vento subita il sabato. La prova è di 47 Km con start simile al giorno precedente, una prima parte nella conca di meduno aspettando le condizioni, e poi un giro fuori fino a Vajont e ritorno.
Di nuovo la parte iniziale risulta complicata con il vento che spezza le termiche, poi le condizioni migliorano e si comincia ad accelerare l’andatura. Finito il giro nella conca, il primo gruppo decide per un percorso conservativo tornando interni sul costone, chi segue decide di prendere una scelta e prova la strada dritta fuori in pianura. Risulterà molto più veloce, complici le barbule che cominciano a formarsi, e si raggiungerà Vajont praticamente insieme. Di nuovo il ritorno è molto più semplice con il vento che sospinge, ma ancora il sottovento delle potenti termiche che si sono nel frattempo create fuori in pianura regala qualche dispiacere ai piloti che ne rimangono intrappolati fino a terra.
Chiudono di nuovo insieme Michele Boschi e Alberto Vitale, seguiti a 30 secondi da Paolo Facchini. Oggi i piloti a meta sono 15, di cui 9 in classe Sport. Primo tra questi Alessandro Fuzzi.

scientificTirando le somme, abbiamo disputato due prove valide e selettive, per nulla scontate, per cui nell’ottica di allenare i piloti e far crescere i nuovi arrivati, direi che l’obiettivo è stato centrato.
Vincono l’evento, a parimerito, Michele Boschi e Alberto Vitale, seguiti da Piergiorgio Camiciottoli. Fa piacere vedere un podio con due giovani promesse. Nella classe Sport vince Alessandro Fuzzi davanti a Marco Alessandrini e Giuseppe Mastromichele. Andrea Saioni si aggiudica di nuovo la classifica Fun.

Ringraziamo come sempre chi ci ha supportato localmente, organizzato i trasporti e i recuperi, nonchè Alberto Vitale che ha fatto da Tutor per chi è agli inizi, e arrivederci al prossimo appuntamento con i Meeting di Lega Piloti in programma il 18 e 19 Giugno.